L’isteroscopia è una tecnica chirurgica endocopica (dal greco endoscopisi che vuol dire guardare dentro), mininvasiva. Viene effettuata attraverso l’uso di uno strumento chiamato isteroscopio.
L’isteroscopio è uno strumento ottico sottile (3-5mm) a forma di tubo rigido, dotato di fibre ottiche, attraverso le quali viaggia la luce. Viene inserito nell’utero attraverso la vagina e permette la visione diretta di tutta la cavità uterina. L’isteroscopio è oggi collegato ad un specifica telecamera che permette la visione della cavità uterina sullo schermo di un televisore presente in sala operatoria.
Oltre la diagnosi, questa tecnica permette la terapia di alcune patologie come miomi endocavitari, polipi endometriali setti uterini ecc.
Tecnica:
L’isteroscopio viene introdotto in cavità uterina attraverso la vagina. La cavità viene distesa da un mezzo gassoso o liquido al fine di permettere la visione, essendo questa cavità una cavità virtuale.
Con movimenti specifici dello strumento si visualizza il canale cervicale le pareti uterine gli osti tubarici.
L’isteroscopia può anche essere operativa, introducendo attraverso l’isteroscopio dei strumenti miniaturizzati come forbici o pinze oppure usando una ansa che taglia e coagula attraverso l’utilizzo di energia elettrica (resettoscopio).
Bisogna quindi distinguere tra l’isteroscopia diagnostica e quella operativa. L’isteroscopia diagnostica può essere effettuata anche in ambulatorio senza l’utilizzo di anestesia se il canale cervicale (il canale che attraversa il collo dell’utero) è abbastanza ampio da permettere il passaggio dello strumento. In caso contrario si dovrà effettuare sotto anestesia, perchè la dilatazione meccanica del canale è molto dolorosa.
L’isteroscopia operativa, viene effettuata ovviamente in anestesia (generale o spinale).
L’isteroscopia diagnostica dura pocchi minuti, mentre quella operativa può durare anche 60 minuti a seconda della complessità dell’intervento.
INDICAZIONI
Isteroscopia diagnostica
L’isteroscopia diagnostica è indicata
nei casi di sanguinamento uterino anomalo (esclusione di patologie endometriali come polipi, miomi sottomucosi, iperplasia e carcinoma endometriale)
nei casi di infertilità (esclusione di aderenze infiammatorie, setti uterini etc)
nei casi di riscontro ecografico di neoformazioni endocavitarie e/o di un ispessimento endometriale in menopausa)

Isteroscopia Operativa
L’isteroscopia operativa è indicata per il trattamento di
polipi endometriali
miomi sottomucosi
setti uterini
aderenze endometriali
corpi estranei (es. rimozione spirali)
sanguinamento uterino anomalo, resistente alla terapia medica (ablazione endometriale)

Info-line
Info-line
Sezioni
Gallery
12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1