Durante i corsi di accompagnamento l’ostetrica insegna alle donne a comprendere l’importanza del rilassamento, come respirare e concentrarsi durante il parto. La respirazione e il conseguente rilassamento sono complementari durante la fase di travaglio. Se la gestante sa respirare nel modo giusto avrà sicuramente un corpo più rilassato e in grado di attenuare le sensazioni di dolore. Il RAT costituisce il metodo storico e di eccellenza per le tecniche di rilassamento nella fase di travaglio. Le gestanti spesso riferiscono di essere state informate con drammaticità sul dolore da parto: un corretto dialogo ha il compito di sdrammatizzare il parto riportandolo alle giuste dimensioni di una funzione naturale dell’organismo materno, creando quindi condizioni di serenità e di autocontrollo. Per tale motivo è stato ritenuto opportuno e proficuo organizzare dei corsi di preparazione al parto.

Introduzione:

Negli anni è cambiato il modo di vivere la gravidanza ed il parto. In passato la donna, vivendo nell’ambito familiare, poteva confrontarsi con le altre figure femminili e conoscere, fin da piccola, seppure indirettamente, l’esperienza della gravidanza e della nascita. Tuttavia, col il passare del tempo la trasmissione di questo sapere femminile si è persa e oggi, la donna gravida si trova spesso ad affrontare da sola ed impreparata un’esperienza del tutto nuova. Per questi motivi è bene frequentare i corsi di accompagnamento alla nascita che diventano occasioni e luoghi d’incontro in cui le donne mettono a confronto la propria esperienza e il proprio vissuto. Avere la possibilità di esprimere liberamente apprensioni e aspettative consente di sviluppare maggiore fiducia in se stesse e ridurre notevolmente lo stress.

Obiettivi:

Gli obiettivi degli incontri sono due: da un lato, fornire adeguate informazioni alla donna e alla coppia, in quanto conoscenze imprecise o distorte sono fonte di insicurezza e paura, dall’altro, favorire non solo uno scambio di informazioni, ma anche di opinioni, sensazioni ed eventuali esperienze individuali (è questo il caso di donne che hanno avuto già una o più gravidanze).  Una volta assimilati gli esercizi RAT, nelle successive settimane che precedono il parto si continuano gli allenamenti e si fanno prove simulando le varie fasi del travaglio per analizzare anche in questa fase le ansie legate all’immaginario personale sul parto.

Incontri:

Gli incontri sono organizzati a partire dal 7 mese. L’ostetrica, durante il corso, composto da 8 incontri, aiuta le future mamme a far proprie le tecniche di rilassamento respiratorio da utilizzare nelle varie fasi del travaglio, lo stretching, una ginnastica dolce in grado di ridurre il tono muscolare del corpo modificando posture ed atteggiamenti scorretti e preparando nel modo migliore il corpo al parto. Durante tali incontri vengono affrontati diversi argomenti (l’igiene della gravidanza, le fasi del travaglio e le varie posizioni, il parto spontaneo, il taglio cesareo, l’allattamento, il ritorno a casa.)

Info-line
Info-line
Sezioni
Gallery
12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1